La Maliziosa – Arthur Rimbaud

Nella sala da pranzo, bruna, profumata
di frutta e di vernice, come chi non pensa
raccolsi un piatto di non so quale portata
belga, e sprofondai nella mia sedia immensa.

Mangiando, udivo il pendolo, – calmo e giulivo.
La cucina s’aprì in mezzo a una sbuffata.
– Entrò la serva, e chissà per quale motivo,
lo scialle sfatto, con malizia pettinata,

ecco il ditino tremante pose e ripose
sulla sua guancia, velluto di pesche-rose
bianche, e con smorfie del suo labbro bambino

per mio agio, i piatti mi riordinò vicino
– poi, – ma certo per prendersi un bacio, – così
mi soffiò: “Ho una freddo alla guancia, senti qui…”

La Maliziosa – Arthur Rimbaudultima modifica: 2008-09-21T15:14:20+02:00da modellaroby
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “La Maliziosa – Arthur Rimbaud

  1. Belli i sonetti di Arthur, soprattutto quelli giovanili, pieni di un impeto genuino e audace, si sente la sua giovane età.
    Vedo che sei una neofita, il tuo blog è molto giovane. Tanti auguri.
    Quando vuoi passa dal mio, vedrai che abbiamo qualcosa in comune,
    ciao.

Lascia un commento